Post

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli puoi leggere la seguente Informativa estesa.

Speciale The Pleasure of Pain: Postfazione al mio articolo "L'inferno di una donna"

Immagine
Attenzione: Come indica il titolo, questo post altro non è che una postfazione all'articolo da me preparato per The Pleasure of Pain, lo speciale su Hellraiser e dintorni tuttora in corso d'opera sul blog The Obsidian Mirror. E' quindi altamente consigliabile leggere prima l'articolo in questione, che potrete raggiungere attraverso questo link:


L'inferno di una donna
E solo dopo, poi, tornare qui a leggere il seguito di questo post.


* * *

Postfazione a L'inferno di una donna (Through the Looking Glass)
Ho visto il primo Hellraiser almeno due volte, negli anni ’80, e ciò che ne conservo in me, al di là della memoria di un paio di scene di particolare intensità, è nient’altro che l’impressione di aver goduto della visione di un buon film, sebbene lontano di molte posizioni dalla mia personale Top ten del cinema horror. Questo per dire che l’articolo che avete appena letto io l’ho scritto con in mente solo le parole “The pleasure of pain”, senza mai pensare al succitat…

5 miei Cinecomics del Cuore - Sexy Heroines vintage collection

Immagine
La notizia dell'esistenza di questo nuovo bel meme mi è arrivata tramite questo post del blog Moz'O'Clock: I 5 cinecomics del cuore, ma la sua origine va ricercata in quest'altro post del blog W@lly Said: I 5 cinecomics del cuore. Come resistere a parteciparvi? Sebbene, come ho preannunciato in un commento sul primo dei due blog citati, la mia versione del meme sarà molto particolare e assai diversa da queste che mi hanno preceduto. Per questo ho tolto l'articolo iniziale: perché se è indubbio che i cinque che vado a presentarvi sono per me dei cinecomics del cuore, mi è anche venuto spontaneo concentrarmi su un'unica categoria e un unico periodo e dar così vita a un'edizione speciale tutta dedicata alle sexy eroine degli anni '60 e '70. Una scelta circoscritta, quindi, ma che non mi ha impedito, come vedrete, di spaziare ugualmente attraverso un ampio ventaglio di generi, che va dal thriller all'horror, dal cappa e spada alla fantascienza. Segu…

The Studio Section Six - 1976-79: Gli anni di The Studio /4

Immagine
La relativa libertà guadagnata negli anni di The Studio, fece sì che i nostri favolosi quattro potessero avvicinarsi quanto più possibile alla realizzazione dei loro obiettivi artistici. Per Bernie Wrightson, questo significò innanzitutto lasciare finalmente campo libero a un'ossessione che lo accompagnava fin quasi dall'inizio della sua carriera. Un'ossessione con un nome preciso e da tutti riconoscibile, che lo accompagnava fin dall'infanzia: Frankenstein.
Venni a sapere di Frankenstein per la prima volta quando ancora ero un bambino di quattro o forse cinque anni, un giorno che mia madre mi portò al cinema. Mio padre la sera lavorava, e io e lei, per uscire un po' di casa, andavamo al cinema . Una delle prime esperienze di cui ho memoria è un doppio spettacolo il cui film principale, da vedere con gli occhialini 3-D, era Il mostro della laguna nera. Mi spaventò sul serio. Come secondo film proiettavano una riedizione di House of Frankenstein [Al di là del mistero